Scanzo-Verona 3-2 (22-25 25-19 17-25 25-17 15-11)

Scanzo: Gritti 11, Gerosa 1, Bonetti 20, Luppi 8, Corti 18, Riva 9, Viti (L), Gherardi (L), J. Parma, M. Parma, Gamba. Non entrati: Quintieri, Cassina, Lizzola. All. Marchesi
Verona: Annichini 7, Conti 9, Alberti 1, Magalini 28, Peslac 17, Bissoli 3, Roncato (L), Fiorio, Ravelli, Bertoli, Vandoni. Non entrato: Giuliani. All. Rotari
Note: durata set: 30’, 24’, 25’, 26’, 19’. Battute sbagliate: Scanzo 12, Verona 15. Battute punto: Scanzo 7, Verona 6. Muri: Scanzo 10, Verona 10.

Ci sono volute più di 2 ore per piegare la resistenza di Verona, ma alla fine Scanzo si aggrappa alla sua artiglieria pesante e conquista due preziosissimi punti. Contro BluVolley – al terzo 2-3 di fila – va in scena, per larghi tratti, il remake della prestazione di Mantova, stavolta però il l’arrivo al fotofinish è dolce.
L’avvio – con Gritti a fianco di Luppi al centro – fotografa già a dovere quello che poi sarà il canovaccio del confronto, con i giallorossi avanti 7-2 che poi s’ingarbugliano, pasticciano (ben 11 errori) e subiscono il rientro dei veneti che vanno 14-18 con un block su Riva. Bonetti pareggia a 20, ma è un altro muro, stavolta su Luppi, a suonare come l’ipoteca sul vantaggio esterno. Al rientro i ragazzi di Marchesi riescono ad allungare, in maniera decisiva, quando il servizio prima di Riva (17-14) e poi di Luppi (23-18) manda fuori giri gli scaligeri, che avevano tenuto l’equilibrio fino a 14. Il terzo periodo, purtroppo, ricalca il quarto di Mantova poiché i bergamaschi incappano in un autentico blackout lasciando campo aperto agli ospiti che doppiano subito (7-14), dilatano il gap fermando Riva (10-18) e non basta un sussulto di Corti (15-20) per riportare Scanzo in corsa. Quella corsa che, fortunatamente, riparte al ritorno in campo quando i nostri mostrano i muscoli e accelerano 6-2 con un muro dell’ottimo Gritti (11 punti di cui 6 muri, 57%) e respingono le velleità di rientro di Verona con un servizio vincente di Bonetti (17-12) prima che Luppi imiti il compagno, sempre dalla linea dei nove metri, rimandando tutto al quinto set. BluVolley scappa 6-8 (ace di Florio), poi emergono qualità ed esperienza dello Scanzo che mette la freccia con Riva (12-11) e piazza il break decisivo trascinato da Bonetti, MVP con 20 palloni a terra (55%).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...