Canottieri Ongina-Scanzo 0-3 (23-25 25-27 20-25)

Canottieri Ongina: De Biasi 9, Boschi 1, Caci 22, Fall 5, Miranda 6, Amorico 5, Cereda (L), Kolev, Piazzi. Non entrati: Ferrari Ginevra, Ousse, Rossi, Perodi. All. Bartolomeo
Scanzo: Valsecchi 4, Gerosa 1, Bonetti 11, Bonola 9, Corti 11, Costa 12, Procopio (L), Cogliati, M.Parma 1, Riva 1. Non entrati: J. Parma, Cassina, Viti. All. Zanchi
Note – Battute sbagliate: Cov 9 Scanzo 10. Battute punto: Cov 2 Scanzo 1. Muri: Cov 6 Scanzo 8.

Il miglior Scanzo nella partita più delicata della stagione. Il bivio regala una squadra che dà splendido seguito al 3-0 interno con Valtrompia e comincia il 2020 come meglio non avrebbe potuto. Replicando nelle dimensioni il successo, contro una Cov fin qui sempre vincente in casa che stavolta deve cedere il passo di fronte alla prova di carattere dei ragazzi di Zanchi. Proprio quel carattere che aveva fatto troppo spesso difetto nelle precedenti uscite esterne. Il primo colpaccio matura sulle ali della concretezza e della compattezza, sfruttando anche un dirimpettaio troppo falloso nel secondo parziale (13 errori) e passando indenne anche un pericoloso rilassamento nel terzo (da 10-20 a 19-22). A conferma di una prova non perfetta, ma concreta anche perché lavorare sugli aspetti da migliorare dopo il secondo successo di fila ora lo si può fare con uno spirito totalmente rinnovato. In fase di decollo una partenza lanciata (9-14) ha messo una seria ipoteca sul vantaggio tanto che, per metterlo al sicuro, è stato sufficiente mantenere un break per resistere al tentativo di rientro degli avversari giunti fino al 19-21. Al rientro va in scena il più classico dei “punto a punto” che Ongina spezza portandosi 23-20. Qui ci pensa un muro a uno di Bonetti a negare il + 4 ai padroni di casa e a dare il via al recupero (23-23). Annullato un set point, Miranda spara in rete e consegna il doppio vantaggio a Gerosa (in cattedra) e compagni. Con il pallino del gioco completamente in mano i bergamaschi – anche grazie ad un turno al servizio di Cogliati – volano via. Eppure ci vogliono l’ingresso di Riva (per Bonetti) e un attacco del puntualissimo Costa (12 punti, 62%) per scongiurare una sciagurata rimonta. Rotto in grande stile il sortilegio, sabato prossimo si torna al PalaDespe per il derby con Grassobbio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...