Scanzo-Mantova 3-1 (26-28 30-28 25-23 25-11)

Scanzo: Gritti 6, Gerosa 4, Bonetti 24, Quintieri 9, Corti 17, Riva 20, Viti (L), Gherardi (L), Gamba, Cassina, Lizzola. Non entrato: Parma. All. Marchesi
Top Team Mantova: Bigarelli 16, Ferri Lazzaroni 3, Giglioli 12, Magnani 17, Artoni 4, Pedroni 3, Trentin (L), Bertoni, Falavigna, Gola. Non entrati: Lorenzi, Tognazzoni. All. Guaresi

Note: durata set: 32’, 37’, 30’ 22’. Battute sbagliate: Scanzo 19, Mantova 8. Battute punto: Scanzo 8, Mantova 2. Muri: Scanzo 13, Mantova 2.

Una prova di carattere, grinta e intensità capace di annullare lo svantaggio iniziale e piegare la resistenza di Mantova in un duello a tratti estenuante durato per gran parte della sfida. Lo Scanzo sa soffrire, ma soprattutto conquista la terza vittoria di fila. Pesantissima, che esalta la forza del collettivo e che mantiene più vive che mai le speranze di agguantare i play-off.

Top Team all’andata si era imposta al tie-break, stavolta invece si deve inchinare alla legge del PalaDespe, lo ricordiamo, fin qui elusa soltanto da Brugherio. E per capire l’intensità delle 2 ore di gioco basta dare un occhio ai parziali con i primi due finiti ai vantaggi, il terzo giallorosso per un soffio prima di un’autentica marcia trionfale nel quarto per mettere in ghiaccio tre punti d’oro. Costante ed efficace l’attacco, solida la ricezione e a tratti devastante il muro come certifica l’impietoso 13-2 finale in cui spiccano i 4 a testa di Corti e Quintieri. Per quantificare il peso offensivo basta pensare ai 20 punti di uno straripante Riva (71%) o ai 24 (59%) di un Bonetti ancora determinante a cui si aggiunge un pimpante Corti (17 con il 46%), tutti imbeccati da un ispirato Gerosa. In un testa a testa cosi tirato si può anche chiudere un occhio sulla quantità di errori (12 nel primo parziale e 11 nel secondo), specie perché sono stati sostanzialmente bilanciati dai virgiliani con i 10 del quarto, nel quale i ragazzi di Guaresi hanno ceduto di schianto dopo aver subito il pesantissimo contraccolpo psicologico del sorpasso.

In attesa di conoscere l’esito della sfida domenicale tra Verona e Brugherio, saranno proprio gli scaligeri – sabato prossimo in Veneto – a rappresentare un altro delicato crocevia per la stagione della compagine di Marchesi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...